blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Versatilità innovativa: Alicrite

Raffaele Romeo Arena avatar Venerdì 3 Ottobre 2008, 09:00 in Interior di Raffaele Romeo Arena

silven.JPG

Lo scenario delle nostre pareti, può diventare la sede di un nuovo materiale: Alicrite . Ovvero un rivestimento da applicare alle vostre pareti , che nasce da una lavorazione di materiale chimico.

Vediamo nello specifico di cosa stiamo parlando.

Si tratta di una lavorazione particolare che si effettua sull'acrilico: ovvero, nel ciclo di lavorazione durante la fase iniziale l' acrilico, viene portato a temperature diverse per ottenere un processo chimico di prepolimerizzazione; si passa quindi alla fase di colatura dove, a seconda degli effetti desiderati, vengono realizzate le diverse grafiche che caratterizzano i pannelli ALICRITE.

 

ALICRITE_Dentelle%20immagine.jpg

E da questo nascono le varie tinture e colori ; come ad esempio la linea Cocco, dove con una Bicolata in cui sono aggiunti pigmenti Merck a base oro e argento, si ottiene l'enfatizzazione del volume, grazie all'utilizzo dall'utilizzo di stampi texturizzati realizzati per sublimazione.

Successive tinture accrescono l'effetto tridimensionale; per questa linea si si ottengono Colori autunnali ( vinaccia, mattone, edera, terra oltre al grigio perla e vaniglia) per lastre mono o bicolori.

 ALICRITE_Foto%20Cocco.jpgSADUN_FreeStyle_1.jpgSADUN_FreeStyle_2.jpg06_moroso_boontje_chair.jpg

Oppure la linea Dentelle, dove troviamo la cllassica trina francese inserita all'interno di una lastra in opalino bianco: coniugando austerità con una buona dose di sensuale ironia questo effetto esalta il contrasto bianco/nero, tradizione/modernità, rigidità/morbidezza.

Quando la lastra è retro-illuminata , l'effetto del gioco di luci ed ombre del merletto risulta raffinato e moderno.

Le misure delle lastre sono standard: 50x50 cm, 50x100 cm (su richiesta dimensioni fuori standard)

Quindi una innovazione per le pareti: un'esplosione di vivacità e fantasia, in quanto grazie all'impiego della chimica, si possono ottenere effetti legno, marmo, metallo, tessuto, che a differenza di una ceramica, ha il vantaggio di rendere la superficie molto più omogenea e soprattutto, ben predisposta ai giochi di luce, con un adeguato studio dell'illuminazione stessa.

 

642.jpg

Cosa accostiamo a tali pareti? Ma potremmo sbizzarrirci con tutte le infinità di pavimentazioni che conosciamo: parquet , ceramica, marmo...non andrei ad impiegare una resina, in quanto troppo vicina al materiale in oggetto. Io andrei proprio a staccarmi

Forse è un po' impegnativa come scelta, ma di sicuro appagante agli occhi dei fantasiosi.

Molto interessante comunque, è il sottile ponte che si crea tra design dell'oggetto, e interior design: in quanto los tesso materiale, oltre perle finiture interne, viene impiegato per oggettistica. Quindi è facile pensare ad un ambiente totalmente alicritato!

0

Lascia il tuo commento

Accedi con Facebook Esci da Facebook

Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere